WordPress database error: [UPDATE command denied to user 'Sql669854'@'62.149.143.194' for table 'wp_postmeta']
UPDATE `wp_postmeta` SET `meta_value` = '700' WHERE `post_id` = 814 AND `meta_key` = 'views'

calciolaziale.com

Il Punto sulla D: San Cesareo solo in vetta dopo il successo tennistico del “Fiore”

San Cesareo solo al comando; netta la vittoria al “Domenico Fiore” nei confronti del Santa Maria delle Mole, un 2-6 in trasferta che non lascia spazio a recriminazioni e che proietta la formazione di Fabrizio Ferrazzoli in orbita con 10 punti dopo 4 partite, per una formazione che sembra aver dimenticato l’amarezza del finale della scorsa stagione e che vuole riprovarci nonostante avversarie del calibro di: Lupa Roma, Olbia, Selargius ( delusione di questo primo scorcio di stagione), Terracina e altre che proveranno ad inserirsi nel discorso alta classifica.
Alle spalle della capolista un terzetto formato da Olbia, Fondi e Palestrina; i galluresi erano attesi alla vigilia ad un campionato di vertice e stanno per lo più mantenendo le promesse, seppur neopromossa la compagine di Mauro Giorico ha l’obbligo, per tradizione, per storia e non solo di lottare per la seconda promozione consecutiva che porta alla Lega Pro unica della stagione 2014-15 e nell’anticipo del sabato ha sconfitto in rimonta un Porto Torres che si era illusa con il momentaneo vantaggio di Floris per poi soccombere sotto i colpi di: Molino su rigore, Gallon e Kozeli, il Fondi dal canto suo sembra aver smaltito i postumi della retrocessione e i 3 successi su 4 gare disputate la dicono lunga sulle ambizioni della formazione di Carlo Pascucci che è andata a violare, con un netto 0-3 l’”Emilio Darra” di Maccarese, centrando così la terza vittoria di fila dopo l’inaspettato stop casalingo nella gara di esordio con il Palestrina tra le mura amiche, il Palestrina dopo le 3 vittorie consecutive cede, in quel di Anzio, con il più classico dei risultati con la compagine cara a “patron” Franco Rizzaro che centra il primo successo stagionale dopo le tre sconfitte delle precedenti giornate.
La Lupa Roma si conferma imbattibile tra le mura amiche; la compagine di Alberto Cerrai e Alessandro Cucciari ha avuto la meglio nei confronti del Sora in virtù delle reti di Morini e Scibilia che hanno permesso alla Lupa Roma di portarsi a quota 6 punti dopo 4 gare disputate.
Mezzo passo falso del Terracina che si fa imporre il 2-2 casalingo fa una Cynthia che riscatta così lo 0-4 subito domenica scorsa a Genzano per mano del Santa Maria delle Mole.
Sconfitta in terra di Gallura per l’Astrea che deve cedere al cospetto del Budoni per 2-1 con la compagine di Raffaele Cerbone che dopo 4 giornate ha 8 punti nel carniere e sembra voler evitare le sofferenze della scorsa stagione terminata con la retrocessione in Eccellenza dopo il play out con il Selargius, risultato del campo annullato dal ripescaggio estivo.
Molto male l’Isola Liri che, tra le mura amiche del “Nazareth, cede per 4-1 all’Arzacgena perdendo in tal modo l’imbattibilità dopo 1 vittoria e 2 pareggi nei precedenti 3 incontri disputati.
Chiude il programma della quarta giornata del girone G il successo nel derby sardo tra i sassaresi del Latte Dolce e i cagliaritani del Selargius, con i padroni di casa che hanno risolto la partita nella ripresa con Usai e Falchi; per il Selargius un inizio di campionato ben al di sotto delle aspettative.
Nel girone E l’Ostia Mare si conferma formazione da trasferta andando ad espugnare il terreno di gioco del Trestina per 3-1, bissando così il successo della seconda giornata sul campo del Flaminia e facendo un bel regalo di compleanno al suo allenatore Paolo Caputo; per quel riguarda invece la formazione di Roberto Ciappici e “Lillo” Puccica, il pari del “Turiddu Madami” con il Sansepolcro può essere considerato un risultato positivo anche se il pari ospite è giunto in pieno recupero.

Alessandro Natali

 

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>