WordPress database error: [UPDATE command denied to user 'Sql669854'@'62.149.143.196' for table 'wp_postmeta']
UPDATE `wp_postmeta` SET `meta_value` = '163' WHERE `post_id` = 27818 AND `meta_key` = 'views'

calciolaziale.com

Insieme Ausonia: Sasà Amato è il nuovo allenatore

salvatore-amato

La personalità per dominare ti viene dal talento, ma anche giocando titolare con continuità. Il gioco di squadra. Per fare bene le cose bisogna farle insieme. La tecnica è la base di tutto. La creatività è la bellezza dello sport. Salvatore Amato la pensa come Johan Cruijff, il “Madonna del Piano” e il campetto in Akkerstraat 32 ad Amsterdam vicinissimi nelle idee e nella progettualità.

“Sasà” è l’allenatore dell’Insieme Ausonia edizione 2019/2020, ha scritto la storia del Sorrento, dove ha lanciato talenti come Ciro Immobile e Antonio Mirante e ora in Ciociaria, con la famiglia Anelli, cercherà di proseguire un percorso che ci ha visti protagonisti di due ottime stagioni in Eccellenza: “Arrivo in una società giovane che negli ultimi anni ha fatto benissimo. Purtroppo l’anno scorso fino a cinque domeniche dalla fine era in lotta per il campionato e qualche défaillance finale ha impedito la vittoria. Con il presidente Anelli e gli altri dirigenti ci siamo conosciuti qualche anno fa e abbiamo portato ad Ausonia ragazzi interessanti: i giovani crescono e danno continuità al progetto e la società lavora in maniera specifica anche per il futuro”.

Il girone B di Eccellenza della scorsa stagione si è rivelato appassionante, avvincente. Per certi profili sorprendente e l’Insieme Ausonia è stata attrice in prima linea per il successo finale: “Un campionato come quello dell’anno scorso, dove ci sono state tante squadre in lotta per vincere, testimonia grande equilibrio. Ho avuto la fortuna di aver allenato sempre squadre che hanno lottato per il vertice e so che per arrivare al traguardo è necessario lottare e dare peso a qualsiasi episodio che condiziona tanto l’intero arco della stagione. Dovremo stare attenti ai particolari, non ci saranno partite semplici”.

Campione d’Italia con la Lazio Under 23 nel 1973/1974 e da allenatore, oltre che da calciatore nel ruolo di mezzala, ha trionfato nella terra delle Sirene, vincendo tra le altre anche il duello con il Frosinone in Serie C2. Ora con noi, una nuova sfida: “Mi auguro che la mia esperienza possa servire tanto: una società come quella del presidente Anelli a mia disposizione si traduce nella possibilità di avere un ambiente positivo e ambizioso. Trasmetterò tutta la mia esperienza alla squadra: i campionati minori sono i più difficili da vincere, ogni partita è una trappola. Ad Ausonia mi auguro di fare lo stesso percorso di Sorrento quando abbiamo vinto l’Eccellenza anche con un grande settore giovanile, di cui ero responsabile”.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>