WordPress database error: [UPDATE command denied to user 'Sql669854'@'62.149.143.193' for table 'wp_postmeta']
UPDATE `wp_postmeta` SET `meta_value` = '834' WHERE `post_id` = 1359 AND `meta_key` = 'views'

calciolaziale.com

Eccellenza gir.B: intervista a Nerino “Rino” Tabanelli

Rino Tabanelli

Le radiointerviste/Nerino “Rino” Tabanelli

“Sì, sì, sì, tornasse Morelli, lo riprenderemmo, per

avere un ariete, una soluzione in più, di fianco al

grande movimento che fanno Turchetta e Cianni”

Parla il numero della Vis Artena, Tabanelli, orgoglioso

di cotanta, bella gioventù. L’intervista andata in onda

domenica pomeriggio su Radioincontro 105.8

 

Nerino Tabanelli, siamo, a due anni dalle grandi manovre, dalla Vis Artena che provò a insidiare le grandi con nomi grandi, a parlare di voi quale grande realtà, con i giovani, tuttavia. Non con i cognomi altisonanti degli anni passati…

“Cominciamo col dire che è sicuramente una grossa compagine, il Gaeta. Che io, nella sede dei calendari, avevo indicato, con la Lupa ed altre, tra le favorite o al successo finale o almeno a lottare per il secondo posto. Noi ce la giochiamo con tutti, consapevole del valore delle avversarie che incontriamo, ma anche con la spensieratezza dei nostri giovani e l’organizzazione di gioco; e su questo piano possiamo mettere in difficoltà quelle squadre dotate nei singoli giocatori”.

Una squadra di ragazzi allenati da un “pupo”, da un giovanissimo tecnico!

Il presidente artenese, con orgoglio, dice: “Alessio Ciardi guida uno staff giovanissimo, che fa della voglia di lavorare e dell’umiltà alcune tra le sue doti più proficue”.

Facile, oggi, guardare la classifica, e notare che siete a un punto dalla Lupa Castelli Romani, a uno in più del Colleferro, che ritroverete in coppa. Ma fa strano, vedere in fondo la Pro Cisterna e l’Atletico Boville.

Tabanelli: “Cisterna ha dei grandi nomi in attacco, e qualche problema altrove, per esempio in difesa. Il Boville, come la squadra pontina, recupererà perchè è squadra da ultimi posti”.

Dallo studio Roberta Buttera fa una domanda che guarda più in avanti, e chiede: “Se a dicembre la posizione di graduatoria è ancora di rilevante interesse, prenderete uno o due giocatori per battervi alla pari con tutte quelle che puntano?”. E Max Cannalire va in profondità: “Rino, ti traduco il quesito di Roberta andando a fondo. Se siete lì, tra novembre e dicembre, riprendereste Morelli?”.

Invidiabile, la sincerità del massimo dirigente rossoverde: “Sì, sì, sì, perché sono convinto che se avessimo l’ariete vero, fisicamente, saremmo a giocare con un’arma, con una soluzione in più. Caratteristiche diverse, per carità, rispetto alla stimabile volontà ma anche al movimento, tanto, che fanno Turchetta e Daniele (Cianni, n.d.c.)”. Viva la franchezza, sir president.

Simone Ciancotti

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>