WordPress database error: [UPDATE command denied to user 'Sql669854'@'62.149.143.194' for table 'wp_postmeta']
UPDATE `wp_postmeta` SET `meta_value` = '994' WHERE `post_id` = 629 AND `meta_key` = 'views'

calciolaziale.com

Eccellenza: Caninese – Viterbese Castrense 1-6

romondini


CANINESE Castra, Lorenzini, Nicolini, Gimelli, Lamorgese, Heanacho, Ferri, Troili, Paoloni, Ingrosso, Goretti (Scatena)
PANCHINA Loretani, Petricca, Biondelli, Chiaranda, Santoro, Barattieri ALLENATORE Centaro
VITERBESE Cima, Rausa, Toto, Marini (Faenzi), Federici, Fapperdue, Ghezzi, Romondini, Pacenza (Toscano), Cerone, Pero Nullo (De Francesco)
PANCHINA Marini, Ingiosi, Guerrini, Giurato ALLENATORE CentaroMARCATORI 14’ Federici, 21’ Cerone, 9’st Pacenza, 16’st Pacenza, 18’st Troili, 25’st Pacenza, 42’st Toscano

ARBITRO Musemucci di Catania

AMMONITI Marini (V.C.)
Angoli 2-7 Recupero 0’- 2’

C’è poco da dire. La corazzata gialloblù ha lasciato il molo e ha acceso le turbine per navigare verso il titolo del campionato. Troppo presto o azzardato si potrebbe dire ma dopo il primo match giocato contro la Caninese e quanto visto nel precampionato tutto è lecito. A sugellare questa considerazione sono due dichiarazioni rilasciate da alcuni addetti ai lavori. La prima giunse nell’amichevole ViterbeseCastrense contro il Corneto Tarquinia. Allora un dirigente della Caninese disse: “Se ne prendiamo meno di quattro abbiamo fatto il nostro”. La seconda è più recente, con alcuni emissari del Futbolclub che a seguito del 4-1 messo a segno da Pacenza hanno lasciato il campo affermando: “Ma di che stiamo a parlà, questi levano Pero Nullo e mettono De Francesco….”.

Ecco sostanzialmente la differenza è questa e si potrebbe aggiungere Noviello, oggi squalificato, e Toscano, subentrato a Pacenza e subito in gol. Per onor di cronaca il match ha visto la Caninese resistere 14’ prima di subire da Federici sugli sviluppi di un corner di Pero Nullo. Il raddoppio giunge al 21’ che gira in rete una punizione di Pero Nullo. Per i padroni di casa da annotare una conclusione di Paoloni 1’ poi tanta buona volontà. Nella ripresa lo spettacolo gialloblu prosegue con la tripletta di Pacenza in rete al 9’ su assist di Ghezzi, al 16’ a seguito di un assolo di Pero Nullo ed al 25’ imbeccato da Cerone. Nel metto, precisamente sul 4-0 Troili firma il gol della bandiera su invito di Nicolini.

A chiudere il match ci pensa Toscano che al 42’ deposita di testa un cross di Cerone. Emblematico il coro dei tifosi viterbesi che al 40’ cantavano “6 a 1 perché no”. Toscano non si è fatto attendere regalando la prima soddisfazione ai suoi nuovi tifosi. L’Eccellenza è avvertita, la famiglia Camilli ha deciso non di vincere, ma di stravincere.

Leonardo Cutigni

2 Comments

  1. claudio

    16 settembre 2013 at 14:45

    Stiamo arrivando.

  2. FrancoV

    18 settembre 2013 at 17:34

    Certo che un centrocampo con Federici,Romondini e Cerone è difficile trovarlo in questa categoria.Per noi di Viterbo sognare la prima promozione dell’era Camilli rimane facile.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>